La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – ANCI il 9 Dicembre 2010 hanno stipulato un Accordo per disciplinare le modalità di programmazione, realizzazione, monitoraggio e valutazione delle iniziative da realizzare in favore dei Comuni Universitari che sul proprio territorio ospitano la sede di uno o più corsi di laurea in cui risultano iscritti, per l’A.A. 2010/2011, complessivamente non meno di 1.000 studenti.

FINALITA’, CONTESTO E OBIETTIVI SPECIFICI DEL PROGETTO MUNICITY

L’obiettivo del progetto MUNICITY è quello di accogliere le richieste degli universitari per definire una serie di interventi in termini di rete territoriale, relazioni tra comuni, università (tutte quelle della provincia partecipano al progetto), realtà sociali, culturali, sportive ed economiche, attraverso il miglioramento e il coordinamento di abilità ed esperienze diverse per realizzare servizi e strutture. Sul territorio cremonese si sono costituiti due poli universitari a Cremona e a Crema; nei due comuni hanno sede distaccamenti di cinque Università e un Istituto Musicale pareggiato ai Conservatori di Stato per un totale di oltre 2.000 studenti. Il Comune di Cremona, capofila, ha voluto con la creazione del servizio Università-Informagiovani (che coordinerà il progetto), ripensare, valorizzare e sostenere i rapporti con le Università cittadine, riconoscendone l’importanza, il prestigio e la necessità di ospitare e promuovere gli Atenei locali per sostenere gli universitari, futuri talenti del territorio. L’offerta didattica permette agli studenti di frequentare i corsi e di conseguire i titoli di studio in una realtà accademica raccolta e discreta, beneficiando di sistemazioni logistiche, servizi e supporti resi disponibili anche dall’Amministrazione Comunale, che con questo bando intende potenziare il proprio ruolo di supporto agli studenti e agli Atenei, anche attraverso lo sportello di assistenza e consulenza per gli studenti universitari già attivo. I poli universitari cremonesi sono riconosciuti come importanti risorse per la valorizzazione e la conoscenza del patrimonio culturale del territorio. La progettazione e le diverse aree di intervento sono state individuate di concerto con gli studenti, la Consulta Universitaria di Cremona e con la partnership, per creare una progettualità che effettivamente risponda alle esigenze e alle richieste del target di riferimento. Si è quindi scelto di intervenire sulle linee considerate dagli universitari come prioritarie nell’ottica dello sviluppo delle relazioni tra gli studenti, i comuni, gli atenei, gli enti e servizi per valorizzare e implementare la rete.

Il titolo richiama il ruolo dei soggetti che gestiscono il progetto (assonanza municity con municipality, Comune in inglese) e quello delle università (UNI) che sta inoltre per universitari, destinatari delle azioni e City per contesto cittadino.

PARTNER COINVOLTI

                               
 

Gli ambiti d’intervento delle iniziative progettuali ammesse a finanziamento sono:

Cittadinanza studentesca
Problema alloggi
Spazi e strutture per lo studio
Interventi nel campo dei trasporti, della cultura, dello sport Servizi in rete per gli studenti
Servizi rivolti alle studentesse-madri
Servizi rivolti agli studenti disabili
Accoglienza degli studenti stranieri

 

                     
 

Banca Dati Alloggi

Gli studenti fuorisede costituiscono una componente significativa della popolazione universitaria: la possibilità di trovare con facilità un’abitazione nella città in cui si è deciso di studiare, conoscere le condizioni economiche di affitto, la localizzazione rispetto alla sede universitaria, le caratteristiche dell’alloggio, ecc. favoriscono l’accesso di studenti agli atenei cittadini. L’azione intende potenziare il servizio del Comune di Cremona per l’offerta degli alloggi, al fine di garantire agli studenti l’accesso anche online alle diverse offerte del territorio. Il sistema verrà replicato anche per il Comune di Crema.

 

 

Calmieramento affitti con borse di studio legate all’eccellenza

Il Comune di Crema, d’intesa con Associazione Cremasca Studi Universitari (ACSU), di cui il Comune di Crema è socio fondatore, ha istituito sin dall’anno accademico 2010/2011 n. 6 borse di studio destinate a studenti e neolaureati presso la sede di Crema dell’Università degli Studi di Milano. Le borse di studio, assegnate sulla base di criteri di eccellenza, erano di due tipi: 1) destinate ai 3 studenti che avevano conseguito il Diploma di Maturità nell’anno scolastico precedente con il voto più elevato e che si sono immatricolati a uno dei corsi di Laurea Triennale attivi presso la sede universitaria di Crema; 2) destinate agli studenti che avevano conseguito una Laurea Triennale presso la Sede Universitaria di Crema con il voto più elevato entro l’anno solare precedente e intenzionati a perfezionare la loro iscrizione a uno dei corsi di Laurea magistrale attivi presso la Sede universitaria di Crema. Quest’anno si intende riproporre le borse di studio con gli stessi criteri di eccellenza, finalizzandole però specificamente al calmieramento del costo degli affitti.

 

                          
 

Cittadinanza Studentesca

Promuovere la cittadinanza studentesca rappresenta una strategia per favorire la piena inclusione delle nuove generazioni anche attraverso il riconoscimento delle forme di rappresentanza che si traduce nella titolarità di diritti e doveri. La Consulta degli studenti universitari si è recentemente costituita in associazione per meglio assolvere ai propri compiti. L’azione intende sostenerla per garantire la messa a sistema delle attività svolte per favorire la crescita dei giovani e la capacità di agire con competenza sul territorio in un’ottica di peer information. Gli studenti si faranno promotori delle opportunità proposte dalle università, anche attraverso la predisposizione e gestione cartacea e online di un “magazine” informativo. In quest’ottica di potenziamento, sviluppo e sostegno al mondo universitario si intende organizzare a Cremona la prima Assemblea delle Consulte Universitarie di Regione Lombardia per permettere la condivisione delle buone pratiche e favorire lo scambio di informazioni e progetti. Il Comune di Cremona intende favorire l’autonomia degli studenti e delle loro famiglie anche attraverso l'assistenza nella predisposizione e presentazione della documentazione necessaria per accedere ai benefici di legge, sostenendo i relativi costi. Verranno attivati tavoli di concertazione territoriale tra tutti i partner del progetto per coordinare, monitorare e garantire il corretto svolgimento delle attività progettuali e delle attività rendicontative.

Organizzazione della prima settimana Uni-Sport Cremona

Si intende realizzare una settimana di convegni, seminari ed eventi dedicati alla cultura e alla pratica sportiva; le iniziative saranno aperte al territorio; la comunità universitaria e i cremonesi potranno partecipare a più appuntamenti, conoscere e praticare sport noti e meno noti, approfondire temi legati al movimento, agli aspetti educativi e culturali dello sport e ai benefici per la salute.

Conferenze sui temi del doping e della violenza

L’esercizio dello sport rappresenta un valore costituzionalmente tutelato perché finalizzato a realizzare il pieno sviluppo della persona e propedeutico alla salute del cittadino, ma spesso è legato a due fenomeni problematici: il “doping” e la violenza che accompagna alcune attività sportive. La Consulta si rende disponibile a realizzare presso le varie sedi universitarie e nelle scuole superiori interventi mirati a fornire informazioni circa i problemi derivanti dall'assunzione di sostanze non consentite per incrementare le prestazioni dell'organismo e iniziative per parlare della violenza che accompagna alcune attività sportive, un fenomeno che nello sport trova la propria espressione più visibile mediaticamente. L’intenzione è ridare allo sport il ruolo che gli è proprio: quello di gioco con gli altri e di confronto con se stessi per scoprire le proprie capacità e i propri limiti.

Sostegno alla creatività giovanile

Il progetto è articolato intorno a 3 macro contenitori che riguarderanno l’ educazione, il corpo e il benessere; le culture, l’ identità e l’utopia, la comunicazione, l’informazione e i multimedia, che a loro volta contengono ambiti disciplinari e di ricerca, campi d’azione autonomi ed interagenti, reti di saperi articolati in forma di laboratorio permanente con l’obiettivo di stimolare la partecipazione diretta dei giovani nell’esercizio della cittadinanza attiva offrendo la possibilità di acquisire, scambiare e mettere in pratica competenze in campo sociale e creativo. Sono previste attività di coordinamento e verifica, curatela di mostre ed esposizioni, un laboratorio sulla modernità; uno sul museo e i saperi; uno sulla voce performante; un laboratorio “20 anni x strada”; uno sui linguaggi comuni. Inoltre una Summer School a Rivoli (di 1 settimana per 10 giovani selezionati nei laboratori), visite guidate a sedi, mostre, esposizioni, convegni, la progettazione e realizzazione di allestimenti di mostre e esposizioni cittadine presso le università locali.

Produzione e diffusione online di materiale audiovisivo

Il progetto prevede la realizzazione di “clip” informative che supportino gli universitari nell’approccio al mondo del lavoro e nel percorso di ricerca ancora prima di lasciare quello universitario. L’obiettivo è di fornire strumenti per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro. Si prevede di realizzare clip audiovisive, video tutorial che illustrino modalità, tecniche e suggeriscano strategie vincenti.

 

 

Organizzazione di corsi sportivi professionalizzanti

Si tratta di iniziative formative articolate in più moduli che rilasciano attestati in base alla presenza alle lezioni e al superamento di prove di valutazione, finalizzate a formare gli universitari alle professioni dello sport.

Implementazione portale e banca dati informativa

Sarà realizzato il portale Università e implementato il database informativo: conterranno informazioni istituzionali e opportunità riferite ai settori di interesse degli studenti universitari (servizi, cultura, sport, lavoro, volontariato, ecc.) per favorire le scelte di percorsi professionali e l’organizzazione del tempo libero e del tempo utile. Verrà inoltre creato il nuovo portale della Consulta Universitaria di Cremona. Saranno inoltre messi a disposizione strumenti multimediali per la diffusione di informazioni attraverso un network dedicato.

 

                           
 

University Card

La University Card è uno strumento che unisce gli universitari in una rete privilegiata di servizi e opportunità a loro rivolta. Permette di usufruire di sconti e riduzioni negli esercizi, locali e servizi convenzionati. Ogni esercizio ha la libertà di stabilire la scontistica da applicare e gli esercizi convenzionati saranno riconoscibili attraverso una vetrofania con i logo della Card da collocare a vista per facilitare l’individuazione da parte dei possessori. Per ottenere lo sconto e le agevolazioni sarà necessario esibire la tessera. La card avrà durata biennale. L’iniziativa si prefigge di agevolare gli universitari anche per l’accesso a manifestazioni culturali, sportive, cinema e ad eventi di spettacolo in genere.

 

 

A lezione di studio

Il progetto prevede la creazione di una piattaforma per sostenere il percorso degli studenti universitari e prevenire il drop out. Attraverso l’utilizzo della piattaforma online lo studente potrà accedere ai contenuti non solo come fruitore passivo, ma con un ruolo attivo nei confronti dell’apprendimento. Il percorso sarà guidato e supervisionato da un tutor (esperto di contenuti e processi) e la struttura della piattaforma permetterà l’interazione anche con il gruppo dei pari, favorendo uno scambio collaborativo dei contenuti e delle strategie di studio. L’obiettivo della piattaforma è incrementare i livelli di autostima, autoefficacia ed empowerment. L’obiettivo è quello di aiutare gli universitari a costruirsi un metodo di studio efficace alla memorizzazione, integrazione delle conoscenze e rievocazione, che ha ricadute positive sul processo di apprendimento, migliorando le prestazioni e gli esiti del proprio processo di studio. Si intende inoltre supportare gli studenti nella costruzione di un efficace metodo di studio , nello sviluppo della capacità di organizzare il proprio tempo e di pianificare il proprio percorso di studio, individuando gli obiettivi da perseguire e le modalità e i tempi attraverso cui raggiungerli.

 

 

Biblioteca e spazi studio

La proposta della facoltà di Musicologia dell’Università degli Studi di Pavia ha individuato due situazioni di particolare interesse che meritano un intervento mirato ad una loro migliore fruizione. La biblioteca è da sempre luogo aperto agli studenti e studiosi esterni e dispone di un fondo di particolare interesse di cui l’università è giunta in possesso tramite la donazione di Mauro Figlioli. Il fondo è composto prevalentemente da materiale audio: oltre a CD e vinili spiccano per l’eccezionale interesse e importanza una mole cospicua di registrazioni fatte dalla radio in un arco cronologico assai ampio relative a autori e/o composizioni musicali molto spesso non reperibili in altro modo. Il collezionista aveva annotato meticolosamente tutti i dati fondamentali (autore, composizione, interpreti, luogo di esecuzione, data di registrazione etc.) in quaderni. Gli obiettivi riguardano la didattica, l’approfondimento personale e la ricerca accademica a diversi livelli: il progetto prevede pertanto la catalogazione e l’organizzazione del fondo per renderlo disponibile e facilmente consultabile. Inoltre, nell’ambito della risistemazione delle aule studio della facoltà, assume importanza fondamentale la dotazione delle attrezzature informatiche e audiovisive ad esse collegate, che permettano un diverso e assai più proficuo contatto con l’attività didattica, considerando le possibilità che la rete offre in termini di banche dati, repertori di immagini, interi manoscritti, parti di fondi di biblioteche digitalizzati e visibili gratuitamente, etc. è necessario un ampliamento dell’offerta tutt’ora disponibile, insufficiente a rispondere alle esigenze degli studenti. Parallelamente è necessario un potenziamento e un aggiornamento dell’aula informatica in termini di attrezzature, nonché di offerta didattica supportato da personale idoneo e da una specifica attività di tutorato.

 

     
 

Ampliamento degli orari di apertura della biblioteca

Il numero di ore/settimana di apertura della biblioteca non risulta, al momento, sufficiente a soddisfare le richieste di accesso che pervengono sia da parte degli allievi, sia da parte dei docenti dell’Istituto. Per l’ampliamento del servizio, saranno individuati attraverso procedura selettiva studenti idonei a svolgere le attività necessarie per garantire l’apertura e il funzionamento della biblioteca. Gli studenti così incaricati riceveranno un’adeguata formazione da parte della bibliotecaria dell’Istituto – dalla quale saranno comunque sempre supervisionati - per garantire la corretta gestione del servizio.

Potenziamento dei servizi di supporto allo studio (accompagnatore al pianoforte)

In considerazione della peculiarità dei servizi erogati dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “Claudio Monteverdi” si intende potenziare uno specifico servizio di supporto allo studio, che consiste nel servizio di accompagnatore al pianoforte, figura tipica delle Istituzioni Musicali e che rappresenta una risorsa fondamentale a supporto degli studenti, i quali ne beneficiano per lo studio dello spartito, la preparazione delle lezioni, la preparazione di saggi, esami, concorsi, ecc. La borsa lavoro sarà affidata ad allievi dell’Istituto che risulteranno idonei a fronte di specifica selezione.

 

 

Borse di studio Politecnico

Il progetto prevede l’erogazione di 2 borse di studio destinate a selezionati studenti del Politecnico che riceveranno, oltre al contributo economico, la possibilità di seguire percorsi di formazione avanzata e conseguire una preparazione di eccellenza per l’inserimento nel mondo del lavoro. Il Politecnico contribuirà attraverso attività di tutorato, tramite impiego di studenti (collaborazioni “150 ore”) nelle principali materie tecniche di competenza del Politecnico.

 

 

Azienda Istituti Ospitalieri di Cremona

Borse lavoro Azienda Ospedaliera

Si intende erogare due borse lavoro per tutoraggio rivolte agli studenti del corso di laurea in Infermieristica e in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia. Nello specifico: Borsa lavoro per tutoraggio rivolta al miglioramento dell’apprendimento clinico degli studenti del 2° anno del CDL in Infermieristica; Borsa lavoro per tutoraggio rivolta al miglioramento dell’apprendimento clinico degli studenti del 1° anno del CDL in Tecniche di Radiologia Medica per Immagini e Radioterapia.

Servizi rivolti agli studenti disabili

Si prevede di erogare una Borsa lavoro dedicata al tutoraggio di studenti disabili del 1 anno del Corso di Laurea in Fisioterapia per migliorare l’apprendimento clinico sperimentando individualmente attività di terapia manuale e bendaggi funzionali.

 

Strumenti e software per la didattica

Il progetto ha lo scopo di completare la dotazione degli spazi resisi disponibili dopo il completamento della ristrutturazione dell’immobile adiacente alla sede universitaria di Crema utilizzata sino alla primavera 2010. A seguito di tale ristrutturazione, si sono resi disponibili vari spazi didattici di dimensioni medio-piccole (da 10 a 40 postazioni informatiche ciascuno) particolarmente adatti a supportare la didattica universitaria pianificata a seguito della riforma introdotta dal D.M. 270, che privilegia insegnamenti a carattere pratico-applicativo seguiti da numeri mediamente contenuti di studenti. La dotazione di adeguate risorse di calcolo per tali spazi è a carico della sede universitaria, mentre il progetto si rivolge in particolare all’acquisizione di strumenti software didattici, e in particolare: ambienti di virtualizzazione per consentire agli studenti di emulare sistemi e reti informatiche di varia tipologia, senza richiederne la realizzazione fisica ma consentendone comunque lo studio e la valutazione; ambienti evoluti di progettazione, di integrazione e di supporto all’esecuzione di programmi, necessari per fornire agli studenti le competenze oggi richieste dal mercato del lavoro; strumenti avanzati per la progettazione di sistemi informatici sicuri.

 

         
Accoglienza studenti stranieri

Si prevede l’attivazione presso la sede universitaria di Crema di una edizione della Laurea Magistrale in Informatica erogata completamente in lingua inglese, per promuovere l’internazionalizzazione della sede e facilitare la stipula di accordi bilaterali che permettano agli studenti italiani iscritti di ottenere double degrees a valle di una permanenza all’estero. In questo contesto, assume particolare importanza la presenza di un servizio di accoglienza specificatamente pensato per gli studenti stranieri. Si tratta di un tutoraggio mirato, affidato a persone in grado di interagire in lingua inglese con gli studenti stranieri. Tra i servizi assicurati dal tutoraggio: aiuti nella fase di prima accoglienza (ricerca di alloggio, passi burocratici per ottenere il permesso di soggiorno, ecc.); aiuti nell’interazione con le strutture amministrative dell’Ateneo; organizzazione di un corso di italiano L2; orientamento alla scelta del percorso universitario; utilizzo degli strumenti didattici; interazione con la struttura universitaria. Ciò si integra con le attività di orientamento e ri-orientamento per studenti universitari promosse dal Comune di Crema: servizi di informazione orientativa di base, curata dal Servizio Orientagiovani e realizzazione di eventi tra cui l’annuale rassegna “Università e lavoro” che trova sede presso la struttura dell’Università di Milano - sede di Crema.

 

SCARICA LA RELAZIONE CONCLUSIVA DEL PROGETTO